Comunicare l’azienda raccontando una storia: narrativa d’impresa e storytelling al centro del primo appuntamento di “Marketing a colazione” 

Y-m-d

Prodotti, servizi, aziende: tutte storie. O meglio: prodotti, servizi ed aziende diventano storie, racconti, narrazioni. Questa è l’essenza dello storytelling, tecnica di marketing e pubblicità che è ormai diventato uno degli strumenti più efficaci di comunicazione aziendale. Costruire messaggi ben strutturati con tecniche di narrazione emozionale è molto proficuo, ma non semplice: meglio quindi affidarsi agli esperti come hanno fatto gli imprenditori ed i manager che hanno partecipato al Museo casa natale “Enzo Ferrari” di Modena al primo appuntamento di “Marketing a colazione”, il ciclo di incontri sulla comunicazione di impresa organizzato da Idea Italiana secondo un formato unico ed originale.

 

marketingacolazione2

 

 

marketingacolazione3

 

“Al centro delle attività di marketing ci sono sempre le persone, e a tutti piace ascoltare una storia (se ben concepita e ben raccontata). Raccontare aziende e prodotti attraverso una narrazione coinvolgente è molto efficace, ma bisogna seguire regole ben precise” sottolinea Edwin Colella, che ha condotto l’incontro in qualità di esperto di marketing e Direttore Generale di Idea Italiana. “I concetti che descrivono e spiegano lo Storytelling possono apparire astratti e difficili da applicare – ha ricordato Colella – . E’ necessario quindi un approccio rigoroso e una metodologia adeguata, per definire la strategia corretta ed implementarla attraverso i diversi strumenti di comunicazione integrata: comunicati stampa, blog, pagine web, video, infografiche, immagini, pubblicità, eventi, ecc.”.

 

Colella_Matrone_Marchi
Edwin Colella, Maurizio Matrone, Gianluca Marchi

 

Imparare a raccontare storie può quindi diventare un’arma preziosa per migliorare la visibilità della propria azienda, perché come ha ricordato Gianluca Marchi, professore ordinario di Economia e gestione delle imprese presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia: “Da sempre le aziende si raccontano (a volte anche in maniera inconsapevole): ai clienti, ai fornitori, ai partners, ai dipendenti stessi. Da almeno 20 anni lo storytelling è una precisa e frequente strategia di marketing e pubblicità, perché molte persone pensano secondo una struttura narrativa”. Secondo il prof. Marchi ogni prodotto o servizio può essere raccontato, ma non è detto che lo storytelling sia lo strumento più adatto per valorizzare ogni prodotto o servizio esistente: “Esistono regole ben precise alle quali è bene attenersi per raggiungere il risultato atteso. Lo storytelling deve avere un senso adatto a comunicare cosa è l’impresa e come vuole essere vista, e deve raccontare storie in cui ci si può riconoscere e che possono essere condivise con altri”.

 

Marchi

 

Accanto allo storytelling vi è poi un’altra tecnica di marketing e comunicazione aziendale che sta prendendo sempre più piede: la narrativa d’impresa. Di questo tema ha parlato lo scrittore e saggista Maurizio Matrone, autore di “Narrativa d’impresa: per essere ed essere visti” nonché consulente per la formazione di Adacta Consulting e Ims Health. “La narrativa d’impresa è l’invenzione di storie (testuali, visive, sonore, percettive) che un brand, un prodotto o servizio, una persona realizzano per creare empatia ed emozione. Questo al fine di costruire solide relazioni con un pubblico interno o esterno di clienti, fornitori, consumatori che diventa partecipe di un destino”. Dalla sua esperienza di docente in numerosi laboratori di narrazione per grandi aziende, Matrone ha maturato la convinzione che “la narrativa d’impresa non è soltanto una comunicazione di quello che si fa, ma il racconto della propria identità, dei propri valori, delle proprie capacità: insomma, è il racconto del proprio mondo in cui gli altri possono entrare sentendosi accolti e compartecipi”.

 

Matrone

 

 

 

Share it!